Un giardino di sapori!

Nell’arte culinaria, così come nella realizzazione dei famosi giardini Zen, traspare la filosofia giapponese: i principi buddisti di essenzialità si fondono alla natura, spogliata di tutti i suoi abiti superflui e condensata in un quadro in cui ogni elemento, come un tassello di un mosaico, riveste un ruolo principale.

Per gli occidentali è molto difficile comprendere la cultura orientale, la sua spiritualità e i suoi silenzi. Una via per comprendere un mondo così lontano è assaggiarne i cibi tipici, così da scoprire tutto ciò che si nasconde dietro ogni ingrediente.

Dietro la preparazione degli alimenti giapponesi c’è la ricerca della perfezione estetica, una concezione religiosa e una filosofia buddista da cui la cucina trae i tratti fondamentali.

In molti piatti giapponesi è evidente questa ricerca, in particolare nella composizione di tutti i tipi di sushi: riso e pesce, gli elementi principali della cucina giapponese, danno vita a un connubio di sapori!

Il ristorante Shibuya rappresenta una guida per far conoscere agli Occidentali la terra del Sol Levante con le proprie ricette e specialità!

Esplora, conosci e sperimenta le cucine etniche! Allarga le tue prospettive, non perdere l’occasione di assaggiare le nostre varietà di sushi, a prezzi bassissimi: il sushi alternativo con avocado e cetriolo, il “California roll” e tanti altri!

Raggiungici nei nostri ristoranti a Parma, Reggio Emilia e Piacenza. Intanto, ti diamo un assaggio con le nostre foto!

La cerimonia del thè

Il thè è una delle bevande principali in Giappone, viene consumata da persone di ogni ceto sociale ed è il protagonista di una cerimonia molto importante per la nazione: la cerimonia del thè.

Un’antica leggenda narra la nascita di questa antica bevanda: un monaco buddista, nel corso di una lunga meditazione sul Buddha, al settimo anno cadde in un profondo torpore e al suo risveglio, frustrato dal grande senso di fallimento, decise di asportarsi le palpebre affinchè non potessero mai più chiudersi. Buddha apprezzò molto questo gesto d’amore e in segno di riconoscenza, nel punto in cui le palpebre caddero, fece nascere delle piante a forma di palpebra capaci di dare energia e allontanare il sonno da chiunque avesse intenzione di rifugiarsi in meditazione.

La cucina si collega così alla filosofia buddista: la meditazione è la chiave per capire l’essenza della vita, e questa bevanda grazie alle sue proprietà è rilassante ma anche in grado di aiutare a rimanere lucidi durante la giornata.

La presentazione del piatto

La preparazione di ogni pietanza giapponese è simile a un rito antico, nel quale ogni gesto, compiuto all’infinito e perfezionato, è espressione di un gusto e di una cultura millenaria.
I gusti delle materie prime devono essere armonizzati tra loro, pur mantenendo distinto ogni singolo sapore. Ecco perché la cucina giapponese evita la trasformazione dei cibi e l’artificio, ma ricerca l’essenziale e la semplicità, coerentemente alla filosofia buddista.

In quest’ottica la presentazione del piatto, la scelta degli utensili, la disposizione del cibo sono fattori importantissimi: la bellezza della presentazione non deve sgretolarsi durante il pasto!

Affrettati a gustare i nostri piatti: una squisitezza per la vista e il gusto! Raggiungici nei nostri ristoranti a Reggio Emilia, Parma e Piacenza!